Homepage

La Federazione Speleologica Campana, Associazione di Promozione Sociale – D.D. n. 78 del 2 marzo 2012, riunisce i gruppi speleologici della Campania ereditando mezzo secolo di esperienze speleologiche e coordinando le attività di esplorazione, studio e tutela delle cavità naturali e artificiali della regione mediante ricerca scientifica, divulgazione e didattica.
Il mondo carsico sotterraneo è un’immensa risorsa, oltre che uno stupefacente terreno di esplorazione, ultimo tra gli orizzonti geografici esplorabili tanto peculiare quanto vicino a casa nostra.
La FSC viene istituita dall’assemblea costituente dei gruppi fondatori nel 1998 ed ha iniziato ad operare nel 1999 in una delle regioni più ricche di grotte in Italia con oltre un migliaio di cavità naturali note, per decine di chilometri di gallerie ipogee. Molte di esse sono tuttora in esplorazione in piena sinergia e collaborazione con altri gruppi e federazioni speleologiche, con il Club Alpino Italiano e la Società Speleologica Italiana.

Patrocini ed attività

Corso di II livello – L’area carsica dei Monti del Matese. Fisiografia, geomorfologia e patrimonio speleologico

Il Comitato Esecutivo Regionale Campania, Molise e Basilicata della CNSS-SSI, con la collaborazione del Associazione Speleologi Molisani, con il patrocinio della Federazione Speleologica Campana e del Centro Studi Formazione Nazionale Lagap, nell’ambito del Piano Nazionale Lauree Scientifiche dell’Università del Sannio, negli spazi gentilmente messi a disposizione dal Comune di Fontegreca (CE) organizza un corso di secondo livello “L’area carsica dei Monti del …

C.D.S. F. Allocca

Centro di Documentazione Speleologica F. Allocca

 La possibilità di consultare comodamente da casa o da qualsiasi altro luogo del mondo che disponga di una connessione internet, ed in qualsiasi momento del giorno documenti e articoli di interesse per le proprie ricerche, rappresenta un indubbio vantaggio per qualsiasi ricercatore. La possibilità di avere una “biblioteca a portata di mouse” ha l’indubbio vantaggio di ridurre sensibilmente i tempi delle ricerche d’archivio e, talvolta, anche di evitare estenuanti trasferte presso biblioteche lontane oltre ai vantaggi dal punto di vista economico ed ambientale (consumo di carta, spese di riproduzione ma anche di gestione delle biblioteche, usura del materiale documentale, etc.). La possibilità di disporre di testi digitali può consentire di portarci dietro, “compressa” in un HD, o di consultare a distanza, un’intera biblioteca virtuale. La libera disponibilità di libri e/o articoli digitali rappresenta una straordinaria “rivoluzione culturale” per una libera diffusione della conoscenza e del sapere che solo in questo modo può dirsi veramente di pubblico dominio. In quest’ottica molte grandi biblioteche stanno procedendo alla digitalizzazione di testi liberi da copyright da rendere gratuitamente consultabili, ma, grazie alla disponibilità di tecnologie open source, anche altre biblioteche più piccole, tra cui appunto quelle speleologiche gestite da gruppi o federazioni, hanno l’opportunità di attivarsi in tal senso. Dal 2008, il Centro di Documentazione Speleologica “F. Allocca” della Federazione Speleologica Campana aderisce al progetto “Speleoteca” per un catalogo unico delle biblioteche speleologiche italiane coordinato dalla Biblioteca “F. Anelli” (www.speloteca.it). Con questo rinnovato assetto della biblioteca, si partecipa con la SSI alla realizzazione di una catalogazione partecipata di più soggetti (Federazioni, Gruppi, privati, etc.) con il fine ultimo di realizzare un’unica speleoteca nazionale. Tuttavia, in base a quanto premesso, il CDS ha sempre ritenuto di dover andare oltre, ed infatti già da qualche anno ha avviato un progetto che prevede la digitalizzazione e la messa on line in formato pdf di articoli di interesse speleologico prevalentemente di pertinenza delle aree speleologiche della Campania. Leggi tutto “C.D.S. F. Allocca”

Catasto

Il Catasto delle Grotte della Campania

Il catasto speleologico della Campania ha lo scopo di raccogliere tutti i dati riguardanti le cavità naturali presenti sul territorio regionale, costituendo un archivio in cui sono conservate molteplici informazioni sulle grotte conosciute: la posizione topografica e la quota, i dati metrici quali lo sviluppo planimetrico, la profondità e l’andamento, la descrizione ed il rilievo topografico, i dati idrologici, geologici, mineralogici; tutti questi dati spesso sono integrati dalla storia delle esplorazioni, dagli eventuali studi effettuati, dalle emergenze storiche, culturali, ambientali.
Per la grossa mole di dati gestiti il catasto delle grotte costituisce un utile strumento per la conoscenza del patrimonio carsico della regione, una ricchezza non solo per il suo risvolto ambientale ma principalmente per le risorse territoriali che esso comprende, in particolare le risorse idriche
I dati archiviati sono gestiti dalla Federazione Speleologica Campana che li rende disponibili, in quanto costituiscono un patrimonio ambientale, in accordo con il regolamento catastale che prevede la fruizione dei dati da parte di istituzioni pubbliche e di enti di ricerca. I dati restano proprietà di chi li ha forniti in quanto “la proprietà letteraria di qualsiasi dato o documento è di chi legittimamente li fornisce” (Regolamento del Catasto delle Grotte d’Italia SSI, 1993).
Leggi tutto “Catasto”

Contatti

Sede legale: c/o Presidenza – Michele Manco, via Landolfi 18, 82010 San Martino Sannita (BN)
CF: 94216010630  P. IVA: 04500201217

Presidente Michele Manco presidenza@fscampania.it

Vice-Presidente Luisa Auletta vice-presidenza@fscampania.it

Tesoreria Francesco Montefusco tesoreria@fscampania.it

Catasto Cavità Naturali Norma Damiano catasto@fscampania.it

Catasto Cavità Artificiali Ivana Guidone catasto_artificiali@fscampania.it

Norme per la concessione di patrocini e contributi